Spunti

Cultura - Spunti
L’intervista. De Benoist: “La superpotenza Usa la soppressione delle radici e l’Europa”
 
Dopo la caduta del muro di Berlino, gli Stati Uniti sono diventati una “superpotenza”. Dove è ora la potente America tra crisi finanziarie e guerre irregolari?
 
Il dibattito sul “declino americano” è stato lanciato negli Stati Uniti alla fine del 1980 da Paul Kennedy, il cui libro Ascesa e declino delle grandi potenze è ormai famoso in tutto il mondo. Molti di coloro che condividono il suo punto di vista ragionano a partire dall’adagio secondo il quale “ogni Impero morirà”. Gli Stati Uniti non hanno mai creato un vero impero, ma una zona di influenza, che non è la stessa cosa.

Leggi tutto...

 
Cultura - Spunti
Evola fra tradizione e futuro. Così anticipò il XXI secolo
Pensiero magico, alchimia, "letteratura della crisi", filosofie orientali, denuncia dei "poteri forti". Nelle opere di Evola i temi caldi dei nostri giorni
 
di Gianfranco de Turris
 
Questo è un Paese che si adatta a tutto e alla fine accetta tutto: classicisti che fanno l’apolo­gia di Stalin come grande stati­sta e modernizzatore dell’Urss non intaccato dall’esistenza dei gulag e dei loro morti; scrit­tori condannati in via definiti­va per omicidio, uno all’estero e l’altro graziato da Scalfaro, che pubblicano i loro romanzi senza problemi- e guai a ricor­darne i precedenti; negazioni­sti e negazioniste dell’olocau­sto istriano e delle foibe ospiti graditi in tv nel nome del plura­lismo; ex terroristi delle Br che presentano le loro verità in luo­ghi pubblici e istituzionali sen­za ostacoli se non le proteste dei parenti delle vittime.

Leggi tutto...

 
Cultura - Spunti
L’analisi/ Quale destra per l’Italia?
 
di Pietro Cerullo
 
Lo studio degli antichi e l’esperienza dei moderni, direbbe Machiavelli, mostrano che tutte le minoranze sono più omogenee, coese ed attive delle maggioranze. E che, tuttavia, o riescono a dettare il canone, o finiscono minorate. E’ il caso della destra italiana nell’ultimo dopoguerra.

Leggi tutto...

 
Cultura - Spunti
E’ UNO STATO DEBOLE LA CAUSA DI MISERIE, SCIAGURE E PERFINO GUERRE
 
di Paolo De Bernardi
 
Il flagello planetario si chiama “gigantesco capitale privato” il quale da tempo è molto più potente degli stati. Non dico che non debba esistere, ma di fronte alle piaghe che arreca all’umanità questa si dovrebbe difendere rafforzando gli stati-nazione a tutela della popolazione e dell’ambiente.

Leggi tutto...

 
Cultura - Spunti
Eddie Kramer: "Macché mito, Woodstock fu uno schifo"
 
di Gianni Poglio
 
"Tre giorni di droga e fango: Woodstock è stato un incubo!". Basta una manciata di secondi a Eddie Kramer per smontare la retorica idealista che aleggia da sempre intorno al raduno dei raduni. Il suo è il punto di vista di uno che a Woodstock, nel 1969, era andato per lavorare. "La mia missione era incidere su nastro tutto quello che avveniva sul palco. Gran bel lavoro in teoria, ma quando sei l’unico essere umano lucido in mezzo a 500 mila strafatti, le cose si complicano. Artisti, manager, security, staff: tutti fuori di testa. Ricordo un mixer in fiamme e un gruppo di tecnici in preda all’lsd che gli danzava intorno. 'Nessuno lo spegne?' chiedo io. 'Noi non rubiamo il lavoro alle nuvole' fu la risposta".

Leggi tutto...

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 10
Facebook Share
Condividi su facebook